IL TEST SULLE INTOLLERANZE ALIMENTARI IN FARMACIA

COSA SONO LE INTOLLERANZE ALIMENTARI?

Un’ipersensibilità individuale dovuta ad una predisposizione costituzionale, o un eccessivo consumo di determinate sostanze, possono portare la persona ad una condizione di intossicazione, causando disturbi dipendenti da reazioni immunitarie, infatti le intolleranze agli alimenti sono strettamente connesse con il sistema immunitario dell’organismo. 
Quando si è intolleranti ad un alimento, l’organismo non lo assimila correttamente. Il cibo non completamente digerito, a livello intestinale passa attraverso gli enterociti e arriva a contatto con il sistema immunitario sanguigno, viene trattato come “invasore” e di conseguenza diventa bersaglio delle immunoglobuline G (IgG). Assumendo regolarmente cibi a cui si è intolleranti, si sottopone continuamente a stress il sistema immunitario. In tale condizione sia il sistema immunitario sia il sistema di disintossicazione utilizzano le loro energie e le loro riserve per combattere i componenti del cibo che non dovrebbero essere presenti nel sangue. Le reazioni causate da intolleranza alimentare sono di tipo infiammatorio e possono riguardare un gran numero di patologie croniche, più o meno gravi.
QUALI SONO I “SINTOMI” DELLE INTOLLERANZE ALIMENTARI?
I sintomi spesso sono “mascherati”, ossia sembrano sintomi derivati da comuni disturbi come mal di testa, affaticamento e dolori articolari. In alcuni casi le intolleranze alimentari non provocano sempre le stesse reazioni. 

SINTOMI GENERALI: stanchezza cronica – sonnolenza – ritenzione idrica – aumento della sudorazione – linfoadenopatia tonsillare – obesità; 
SISTEMA NERVOSO: cefalea – emicrania – alterazione dell’equilibrio – ansia – depressione – irritabilità – torpore mentale – scarsa memoria – difficoltà di concentrazione; 
APPARATO CUTANEO: orticaria – acne – eczema – dermatiti – psoriasi – cellulite; 
APPARATO GASTRO-ENTERICO: difficoltà digestive – gonfiore addominale – senso di nausea – dolore e crampi addominali – iperacidità gastrica – gastrite – ulcera gastroduodenale – colite – morbo di Chron – diarrea – stitichezza – flatulenza – eruttazione – aerofagia – emorroidi; 
APPARATO RESPIRATORIO: difficoltà respiratoria – asma – tosse – raucedine – eccesso di muco – rino-faringite – sinusite – bronchite ricorrente;  
APPARATO URO-GENITALE: disturbi della libido – infiammazioni uro-genitali; 
APPARATO CARDIO-CIRCOLATORIO: alterazione della pressione arteriosa – palpitazioni- extrasistole;
APPARATO MUSCOLOARTICOLARE: crampi – spasmi – tremori muscolari – debolezza muscolare – dolori articolari e muscolari – infiammazioni muscolo-tendinee.
COS’E’ IL TEST PER LE INTOLLERANZE ALIMENTARI?
Il Food Intolerance Test è una valutazione immunoenzimatica (Test ELISA) della reazione delle IgG a contatto con allergeni alimentari. Questa metodica computerizzata offre un grado di ripetibilità del 98%, per un numero di alimenti elevato (46, 92, fino a 184). Questo test permette di rilevare gli alimenti a cui si è intolleranti ed è consigliato quale valido supporto diagnostico e terapeutico. Un’ipersensibilità individuale dovuta ad una predisposizione costituzionale, o un eccessivo consumo di determinate sostanze, possono portare la persona ad una condizione di intossicazione, causando disturbi dipendenti da reazioni immunitarie.
Per eseguire il test vengono prelevate alcune gocce di sangue da un dito. Non è necessario essere a digiuno o aver seguito diete particolari nei giorni precedenti.
COSA FARE RICEVUTO IL REFERTO?
Allegato al referto che esprime in percentuale la sensibilità ai vari alimenti testati c’è un  programma alimentare per il recupero della tolleranza, che  implica l’eliminazione o la rotazione di tutti gli alimenti la cui percentuale di intolleranza supera il 26% di reattività, questo comporta un netto miglioramento delle condizione di salute, permettendo come già accennato, la prevenzione o la cura di numerosi disturbi. 
L’eliminazione deve essere protratta in media per 4 mesi; quando il programma di recupero della tolleranza determina il miglioramenti nel quadro clinico, possono essere reintrodotti nel regime dietetico gli alimenti, uno per volta, per più giorni consecutivi.  
A volte i miglioramenti sono sorprendenti e, mano a mano che la salute migliora, il paziente acquista fiducia, il sistema immunitario si rinforza ed il corpo diventa sempre meno sensibile allo stress, a tutto vantaggio della qualità di vita. Nel giro di qualche mese l’organismo si sarà “ripulito” dagli effetti patologici evocati dall’alimento, e ci si può gradualmente cibare con tranquillità di quegli alimenti che prima facevano star male.   
FINO AL 15 LUGLIO IL TEST SU 184 ALIMENTI IN SCONTO AL -20%
Contattaci per maggiori informazioni 
Farmacia del Navile

Via Fioravanti, 26 – 40129 Bologna (BO)

+39 051 357511 – WHATSAPP 338 6562784

  info@farmaciadelnavile.it