Freddo e umidità: proteggiamo le articolazioni

Durante il periodo autunnale, con l’arrivo di pioggia e umidità andiamo incontro a variazioni climatiche che possono interferire con il nostro stato di benessere psicofisico, e , in particolare modo, i fastidi più evidenti sono proprio legati alle ossa e alle articolazioni, anche senza che ci sia di base una malattia vera e propria come l’artrosi.

La diminuzione della temperatura esterna sembra essere la causa scatenante dei tipici dolori articolari autunnali, in grado di agire su tutte le componenti delle articolazioni.

Alimentazione

Per far fronte a questo calo termico associato allo sviluppo di dolori articolari vari e diversificati che possono riguardare chiunque ( naturalmente nei soggetti anziani dove lo stato osteoarticolare è già compromesso il problema è percepito in misura maggiore ) seguire una dieta equilibrata che consenta di apportare giuste quantità di vitamine, minerali e acidi grassi essenziali può essere importante per salvaguardare il benessere delle articolazioni.

I benefici della dieta Mediterranea:

Sono stati ampiamente dimostrati gli effetti benefici della dieta mediterranea sulla salute, in alcuni casi paragonabili a quelli prodotti da farmaci antinfiammatori non steroidi FANS .
Uno studio americano del 2015 ha dimostrato una correlazione tra una dieta interamente a base di frutta, verdura, legumi e cereali e una significativa riduzione del dolore nei pazienti affetti da osteoartrite ( Humanitas ).

In particolare non devono mancare nella nostra alimentazione quotidiana:

  • –  Vitamine del gruppo B, vitamina E e C, con funzione antiossidante preventiva per lo stress ossidativi associato ai radicali liberi.
  • –  Un elevato consumo di cereali grezzi, legumi, frutta e verdura.
  • –  Omega 3 : acidi grassi essenziali con funzione antinfiammatoria.
  • –  Basso deve essere invece il consumo di carne rossa e insaccati (questi ultimi in particolare contengono abbondanti quantità di acido arachidonico, precursore delle prostaglandine, sostanze che innescano il meccanismo dell’infiammazione).
  • –  Sali minerali, coinvolti nel metabolismo osseo come calcio, boro, magnesio per preservare il sistema osseo articolare, oltre zinco e selenio con funzione preventiva da stress ossidativi.

    Concludendo :

    SI : Olio extravergine d’oliva, ricco di vitamina E, acidi grassi monoinsaturi e polifenoli, con funzione protettiva nei confronti dell’infiammazione articolare.

    SI: The verde, zenzero e curcuma per le note proprietà antinfiammatorie.
    SI: Pesce azzurro ( come secondo anche 3 volte la settimana ) e frutta secca a guscio, ricca di acidi grassi omega 3.
    SI: Frutta e verdure, buon apporto di fibra , minerali e vitamine.

    SI: Cereali integrali, con I.G. più basso, aiutano a tenere sotto controllo gli zuccheri che danneggiano le articolazioni provocando infiammazione.

    SI: Attività fisica corretta, rinforza i muscoli e previene l’irrigidimento.

     

     

  • Dott.ssa Badolato Natascia Biologo Nutrizionista